Bugie o Chiacchiere vegane ni carnavale - Hazlo Vegan

Bugìe o Chiacchiere vegane di Carnevale

Le Chiacchiere vegane sono dolci fritti, croccanti, che vengono ampiamente consumati durante il periodo di carnevale in Italia. La versione originale è preparata con burro e uova, e siccome il veganismo cerca di smettere di consumare questi prodotti, ho deciso di adattare la mia versione vegan per poter gustare questi deliziosi dolci che sono abbastanza popolari durante il freddo inverno.

45 min Facile

Questa ricetta potrebbe avere link di affiliazione. Per ulteriori informazioni, visita questo link.

Questo post è anche tradotto in: Español

Le Chiacchiere vegane sono dolci fritti, croccanti, che vengono ampiamente consumati durante il periodo di carnevale in Italia. La versione originale è preparata con burro e uova, e siccome il veganismo cerca di smettere di consumare questi prodotti, ho deciso di adattare la mia versione vegan per poter gustare questi deliziosi dolci che sono abbastanza popolari durante il freddo inverno.

Chiacchiere vegane dolce e friabile - Hazlo Vegan
Chiacchiere vegane dolce e friabile – Hazlo Vegan

Quest’anno il carnevale arriverà in anticipo, quindi ho deciso di caricare questa ricetta con largo anticipo per avere il tempo di raggiungere più vegani italiani.

Quando sono arrivata in Italia quasi 3 anni fa, ero solo vegetariana, e visto che gli scaffali dei supermercati si riempiono nei mesi di gennaio e febbraio, un pacchetto di questi dolci mi è caduto tra le mani per caso e dovevamo provarli.

Erano abbastanza gustose e croccanti, impossibile non innamorarsi come un bambino con una cosa del genere. Nel nostro caso evitiamo i cibi fritti, ma di tanto in tanto, soprattutto durante il freddo, la voglia di queste tipo di dolcetti aumenta notevolmente.

Le Chiacchiere vegane, hanno una varietà di nomi diversi che variano a seconda della regione, sono anche conosciuti come: Bugìe (piemontese, ligure), cròstoli e/o gròstoli (veneto), galani (veneto), cróstoli e/o cróstui (friulano), frappe (emiliano, Italia centrale), sfràppole (bolognese, romagnolo), intrigoni (emiliano), fiocchetti (romagnolo), lattughe (mantovano), crespelle, cenci e sprelle (Italia centrale), fregnacce (romano), meraviglie (Sardegna)

Chiacchiere vegane in altri paesi

Esistono molte versioni europee, ad esempio in Francia sono diffuse in Languedoc, Provenza e Rouergue con il nome di oreillettes (orecchiette), nell’area dell’antico Ducato di Savoia come bugnes e merveilles (meraviglie).

I nomi regionali di altre zone dell’Europa sono: Belgio (croustouille), Bielorussia хрушчы (chruščy) o фаворкі (favorki), Croazia (krostole), Danimarca (klejner), Francia (oreillettes, bugnes, merveilles), Germania (Räderkuchen), Lituania (žagarėliai), Polonia (chruściki, chrusty o faworki), Romania (minciunele, cirighele o scovergi), Russia хворост (chvorost), Slovacchia (fánka), Spagna (orejas), Svezia (klenäter), Ungheria (csöröge), Ucraina вергуни (verhuny), Brasile (Cueca-virada)

Ciacchiere vegane de carnavale alla vaniglia e limone - Hazlo Vegan
Ciacchiere vegane de carnevale alla vaniglia e limone – Hazlo Vegan

Ingredienti necessari per preparare le chiacchiere vegane

  • Farina 00 
  • Olio di cocco 
  • Zucchero
  • Grappa
  • Lievito per dolci vanigliato 
  • Sale
  • Sustituto dell’uovo: Aquafaba di ceci + Amido di mais + proteine isolate di soia + gomma di xantano + curcuma
  • Vanillina o aromi di vaniglia in gocce
  • Scorza di limone non trattato

Farina di grano tenero 00

Utilizzeremo questa farina, in quanto è la più raffinata, quindi adatta per impasti croccanti, grazie al suo basso contenuto di glutine. Il glutine è la proteina del grano che dà elasticità al pane e agli impasti lievitati. Se a casa avete solo farina 0 o farina di manitoba, vi consiglio di sostituirne il 10% con amido di mais per ottenere un risultato più croccante.

Olio di cocco

È l’elemento grasso che sostituisce il burro nella ricetta, si comporta allo stesso modo perché si solidifica quando si raffredda ma a differenza di questo contiene il 100% di grassi. Con la quantità inclusa nella ricetta, copriamo anche l’elemento grasso che verrebbe fornito dal tuorlo delle uova.

Zucchero

Quando ho assaggiato questi dolci, ho avuto la sensazione che fossero un impasto abbastanza dolce  e mi è piaciuto così. Se preferite rendere l’impasto più neutro e aggiungere la dolcezza solo con lo zucchero a velo, diminuite la quantità di zucchero.Io lo sconsiglio, mi piacciono dolci e golosi 🙂 In Europa lo zucchero bianco è vegano, se trovate uno zucchero certificato vegano e biologico, tanto meglio.

Grappa

L’alcool di questa ricetta ha una funzione tecnica, evaporerà con il calore e di conseguenza darà foglie più croccanti. È come un ausiliare dell’impasto mentre è crudo, sarà più maneggevole e più morbido e croccante quando sarà cotto.
L’alcol durante l’evaporazione aiuta anche a formare bolle sulla superficie degli impasti, formando strati più croccanti e fragili. È possibile utilizzare aguardiente, vodka, pisco o qualsiasi o altro distillato e liquore con 40º di alcool. C’è chi aggiunge il vino, io l’ho provato personalmente e non mi è piaciuto molto, il grado alcolico è molto basso e non danno un risultato croccante come con la grappa.

Lievito in polvere

Lo scopo di questo ingrediente è quello di creare bolle d’aria nell’impasto. È possibile utilizzare il lievito in polvere alla vaniglia e la cremor tartaro in polvere. Come segreto, si può anche usare un po’ di idrolitina come polvere levitante, oppure 1/4 di cucchiaino del classico bicarbonato di soda con un cucchiaino di aceto di mela.

Sostituto dell’uovo

Per la sostituzione dell’uovo nelle chiacchiere vegane, ci sono diverse alternative, ma attualmente uso l’aquafaba, che è il liquido di cottura dei ceci, che contiene una certa quantità di proteina di ceci in sospensione che gli conferisce proprietà leganti.

Il latte o yogurt di soia è l’opzione migliore, ma non è un prodotto che uso troppo o che ho sempre a portata di mano mentre preparo il mio latte vegetale e ho altre preferenze come gli anacardi. Per questo motivo uso un po’ di latte vegetale fatto in casa aggiungendo altre proteine di soia isolate con curcuma per fornire colore e gomma di xantano con amido di mais come addensante.

Perché utilizzare proteine isolate per il sostituto dell’uovo?

Una cosa che ho sempre avuto in cucina in questi giorni è  le proteine isolate di soia. Lo uso per preparare sostituti dell’uovo, salsicce, formaggi vegetali e per fortificare il mio yogurt, latte e le frittate fatte in casa. Non è un prodotto molto conosciuto, ma lo lascio sempre come opzione.

Lo consiglio molto per aumentare il contenuto nutrizionale del cibo, perché quando sostituiamo un uovo l’ideale sarebbe quello di fornire anche il suo contenuto proteico, e in questo modo i preparati saranno più fedeli alla versione originale, senza esserlo. È un guadagno per il benessere animale e allo stesso tempo per la nostra salute.

Vanillina o Aromi di Vaniglia

Non sono molto selettiva quando si tratta di vaniglia, è sempre meglio consumare quella nel baccello, ma è molto costosa e scarsa. Così, in questa ricetta, ho optato per i sapori di vaniglia o per l’essenza. È possibile utilizzare il lievito in polvere che contiene vanillina, ma aggiungendo un po’ più di vaniglia alla ricetta per rendere il sapore più pronunciato.

Scorza di limone

Aggiungete scorza di limoni non trattati al gusto, io preferisco che siano più alla vaniglia che al limone, ma sono entrambi gustosi. Dipende dall’occasione e dai vostri gusti.


Siete pronti a preparare le golose chiacchiere vegane senza uova e senza burro?

Bugie o Chiacchiere vegane ni carnavale - Hazlo Vegan

Chiacchiere vegane di carnevale

Susan Romero
Questo dolce fritto e croccante è tipico della stagione di carnevale in Italia, con un leggero sapore di limone e vaniglia abbondantemente cosparso di zucchero a velo, sono perfetti per gustare nei mesi invernali
5 from 5 votes
Preparazione 15 min
Cottura 15 min
Riposo 15 min
Tempo totale 45 min
Portata Postre
Cucina Italiana
Porzioni 20 porciones
Calorie 106 kcal

Ingredienti
  

Sostituto delle uova

  • 90 g latte di soia o aquafaba
  • 30 g amido di mais
  • 10 g proteine isolate di soia (facoltativo)
  • 1 g gomma di xantano
  • 1 g curcuma

Impasto

  • 220 g farina de grano tenero 00
  • 60 g zucchero
  • 25 g olio di cocco
  • 15 ml grappa
  • 3 g lievito per dolci
  • 1 g sale
  • 2 g vanillina o aromi de vaniglia in gocce
  • 1 g Scorza di limone non trattato (facoltativo)

Per friggere

  • 500 ml olio per friggere
  • 50 g zucchero a velo per cospargere

Istruzioni
 

  • Preparare la sostituzione dell'uovo mescolando tutti gli ingredienti fino a quando non sono privi di grumi, il risultato sarà un liquido giallo simile alle uova sbattute.
  • In una ciotola aggiungere la farina e mescolare con lo zucchero e il lievito in polvere, la vanillina, il sale. Aggiungere l'olio di cocco morbido ma non fuso, la grappa e il sostituto dell'uovo. Mescolare bene.
  • Formare un impasto compatto impastando fino ad ottenere un impasto liscio e lascialo riposare per 15 minuti.
  • Dividere l'impasto in 3 parti e stendere con la macchina per pasta o il mattarello, fino ad ottenere uno spessore uniforme di pochi millimetri, nel mio caso sono arrivata al numero 6 della macchina. Taglia i pezzi della dimensione e della forma desiderata con un coltello o una taglierina ondulata e fai un taglio trasversale su ogni pezzo per evitare che si gonfi durante il processo di frittura.
    Chiacchiere vegane di carnavale - Hazlo Vegan
  • Riscaldate l'olio in padella e mantenere la temperatura medio-massima. Iniziate a friggere le sfoglie, una o due pezzi alla volta a seconda della capacità della vostra padella. Con un colino, versare olio caldo su ogni pezzo in modo che si frigga uniformemente senza girarlo, sono pronti in meno di 2 minuti.
    Friggendo le chiacchiere vegane - Hazlo Vegan
  • Versare su un piatto con tovaglioli di carta per assorbire l'olio in eccesso, cospargere immediatamente con zucchero a velo
    Bugie o Chiacchiere vegane di carnavale spolverizzate con lo zucchero a velo - Hazlo Vegan

Note

Per farli in forno, servire lo stesso impasto, ma invece di friggerli in olio è necessario farli bollire per qualche secondo in acqua in una teglia e distribuirli sulla piastra del forno ventilata preriscaldata a 200º C per almeno 8 minuti per lato. Un'opzione più sana e leggera se non si vuole optare per il fritto.

Nutrizione

Valori nutrizionali
Chiacchiere vegane di carnevale
Quantità per porzione
Calorie 106 Calorie derivate da grassi 36
% della quantità giornaliera*
Fat 4g6%
Grassi saturi 1g6%
Sodio 27mg1%
Potassio 18mg1%
Carbohydrates 16g5%
Fiber 1g4%
Zucchero 6g7%
Proteine 2g4%
Vitamina A 18IU0%
Vitamina C 1mg1%
Calcio 9mg1%
Ferro 1mg6%
* Los valores porcentuales diarios se basan en una dieta de 2000 calorías.
Calorie: 106kcalCarbohydrates: 16gProteine: 2gFat: 4gGrassi saturi: 1gSodio: 27mgPotassio: 18mgFiber: 1gZucchero: 6gVitamina A: 18IUVitamina C: 1mgCalcio: 9mgFerro: 1mg
Keyword bugie, bugie vegane, chiacchiere vegane
Hai provato la ricetta?Commenta quello che pensi
Bugie o Chiacchiere vegane ni carnavale - Hazlo Vegan
Bugie o Chiacchiere vegane di carnevale – Hazlo Vegan

Altre ricette italiane vegane:

Pandoro vegano
El pandoro vegano o pan de oro, es la estrella dorada de pan dulce que adorna las mesas de los italianos en Navidad. Es un pan dulce con levadura con masa esponjosa de color amarillo y de gran altura. Hacerlo a mano, sin ningún ingrediente de origen animal ¡Es posible!
Pandoro vegano - El pan dulce de Navidad más esponjoso - Hazlo Vegan
Ravioles veganos + 3 ideas de rellenos
La pasta fresca vegana es una preparación que puede sonar intimidante, pero es, en realidad muy sencilla. Estas opciones de relleno vegano para ravioles te encantarán. ¡No dejes de probarlos!
Revisa esta receta
Ravioles veganos bicolores - Hazlo Vegan
Pin chiacchiere vegane - Hazlo Vegan
Pin chiacchiere vegane – Hazlo Vegan

Grazie mille per aver visitato Hazlo Vegan, se volete essere aggiornati sulle ricette potete iscrivervi nel modulo sulla barra di destra per riceverle periodicamente nella vostra email, potete anche commentare e seguirmi su Instagram e Pinterest. Se fate una di queste ricette, non dimenticate di caricare una foto per mostrare al mondo cosa mangiano i vegani, usando l’hashtag #hazlovegan e menzionando @hazlovegan per poterle vedere.

Questo post è anche tradotto in: Español

Commenti

  1. 5 stars
    Se ven deliciosos. Con muchas ganas de probarlos ?

    Rispondi
  2. 5 stars
    Molto buoni questi dolci di carnevale! Sono proprio come gli originali, e direi anche meglio ?

    Rispondi
  3. Wowww ma quanto è dettagliato questo articolo adesso so un sacco sulle chiacchiere!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puntuación de la receta